Support Joomla!
Navigation: Home Il coraggio di parlare
Il coraggio di parlare


Gina Basso, Il coraggio di parlare, Fabbri

RomanzoAUTORE
Gina Basso, giornalista-scrittrice, è crotonese di origine e bolognese di adozione. I suoi romanzi sono rivolti soprattutto ai giovani. I temi trattati nei suoi racconti sono soprattutto la droga, la mafia, il razzismo, l’amore adolescenziale. Da  “Il coraggio di parlare” è stato tratto un film che ha ricevuto 36 premi.

GENERE LETTERARIO 
Narrativa per ragazzi.

TIPOLOGIA DELLE SEQUENZE
Prevalgono le sequenze narrative.

STRUTTURA
Il libro è diviso in diciannove capitoli.

NARRATORE
Il narratore è esterno, onnisciente: oltre alle vicende, rivela anche i pensieri e gli stati d’animo dei personaggi.

TRAMA
Vincenzino Melito, un ragazzo di tredici anni, è nato in una famiglia povera di Borgo Calabro, un piccolo paesino della Calabria. In cerca di lavoro, viene avvicinato da uno spacciatore, don Gino, che gli propone di vendere, dietro compenso, una sua "medicina". Quando scopre la vera natura della medicina di don Gino, Vincenzino abbandona l'attività. Don Carmelo gli affida il delicato compito di consegnare delle lettere a persone, che si scoprirà essere pezzi grossi della ‘ndrangheta. Il ragazzo diventa involontario complice di questi uomini. Vincenzino decide di scappare da Borgo Calabro e va a Roma da suo cugino, un prete. Grazie a questi trova lavoro a Busto Arstizio presso Mario Bianchi, un imprenditore onesto e gentile che lo accoglie in casa come un figlio. La ‘ndrangheta però lo ha seguito anche lì e Vincenzino decide di raccontare tutto ai carabinieri. Grazie alla sua testimonianza una grande banda della ‘ndrangheta viene arrestata e la gente del paese riconosce in lui un eroe.

AMBIENTE
Gli episodi sono ambientati principalmente in un piccolo paesino delle Calabria, Borgo Calabro. La scena si sposta poi a Reggio e Busto Arstizio.

PERSONAGGI
- Vincenzo, il protagonista, ha tredici anni. 
- Don Gino, spacciatore
- Don Carmelo, uomo di una banda della ‘ndrangheta
- Fortunato, pastore amico di Vincenzino
- Maresciallo dei carabinieri
- Don Bruno, parroco
- Cugino di Vincenzo
- Mario Bianchi, imprenditore di Busto Arstizio.

TEMI TRATTATI
La criminalità organizzata (‘ndrangheta)
L’omertà.

CONSIDERAZIONI
Ho letto questo libro con molto interesse. Mi ha colpito che un ragazzo di soli tredici anni si trovi ad affrontare problemi così grandi.

 Zelante Maria Giovanna
Classe I Sez. A