Support Joomla!
Navigation: Home Chiedi alla luna
Chiedi alla Luna


Liliana D’Angelo, Chiedi alla Luna, Medusa Editrice, 2008.

RomanzoAUTRICE
Liliana D’Angelo è nata a Caserta. Dopo aver frequentato il liceo classico, ha conseguito la laurea in Lettere. In seguito si è dedicata alla famiglia e all'insegnamento, ma l’amore per la scrittura l’ha portata nel 2005 alla pubblicazione del suo primo libro “Il profumo delle viole”.

GENERE LETTERARIO
Narrativa per ragazzi

TIPOLOGIA SEQUENZE
Prevalgono le sequenze narrative.

FABULA-INTRECCIO
Fabula e intreccio non coincidono, infatti l’autrice ricorre spesso a flashback e flash-forward. La narrazione comincia in medias res.

STRUTTURA
Il romanzo è suddiviso  in diciotto capitoli. Questo lo schema logico:

Situazione iniziale
: Sarah porta il suo cane Morgan a fare una passeggiata.
Esordio:  Sarah e il suo cane sono salvati da un ragazzo palestinese, che li difende dai dispetti di Jaffar.
Peripezie: riguardano l’amore che nasce tra Sarah e Ahmad e occupano la parte centrale del libro.
Spannung: Amit rivela la relazione tra Sarah e Ahmad ai genitori di lei.
Conclusione: i genitori di Sarah superano i pregiudizi razziali e accettano Ahmad nella loro casa.

TRAMA
Sarah è una ragazza israeliana. Come ogni pomeriggio porta il suo cane Morgan a fare una passeggiata. Improvvisamente si rende conto che Morgan si è spinto oltre il confine, nella terra dei palestinesi. Con molta paura la ragazza varca il confine. Dei ragazzi palestinesi, tra cui Jaffar, hanno ferito il suo Morgan a una zampa e vogliono far del male anche a lei, ma in sua difesa interviene Ahmad minaccioso. I tre ragazzi vanno via, ma promettono di vendicarsi. Sarah ringrazia Ahmad e scappa via. Non racconta l’avvenuto a nessuno; solo due settimane dopo si confida con la migliore amica Amit. Alcuni giorni dopo Sarah ritorna sul luogo dell'incontro e ritrova Ahmad che l'aspetta da tempo. Tra i due nasce l'amore. Una sera Amit rivela la storia dei due giovani ai genitori di Sarah. Questi decidono che Sarah uscirà solo in compagnia di Amit. Amit, pentita del suo gesto, acconsente ad accompagnare l'amica da Ahmad. Attraversato il confine, Sarah si imbatte in Jaffar che ha imbavagliato Ahmad. Con l’aiuto di Morgan la ragazza scappa, ma Ahmad rimane lì. Anche Abu Rahim e Um Rahim, genitori di Ahmad, scoprono la relazione. Sarah è informata da una lettera mandata da Ismail che il suo amato è in ospedale. Corre all’ospedale, ma la madre di Ahmad la caccia bruscamente. Passano due mesi. Amit e Sarah escono da un bar. Amit si accorge di non avere gli occhiali. Quando rientra nel bar avviene un'esplosione. E' un attentato, opera di un martire, Jaffar. La mattina dopo il funerale di Amit, Sarah si sveglia per le urla di alcune signore. Vede Ahmad, che nell'intento di incontrarla è preso dai soldati israeliani. Mentre stanno per sparargli, Sarah si intromette e viene colpita al suo posto. La ragazza ha bisogno di trasfusioni e Ahmad le dona il suo sangue per salvarla. I genitori di Sarah accettano il ragazzo.Tra le due famiglie non c'è più ostilità.

AMBIENTE
Il romanzo si svolge nella periferia di Gerusalemme al confine tra il campo palestinese e quello israeliano.

TEMPO
La vicenda si svolge nell’arco dell'estate, ma non ci sono riferimenti ad un tempo stabilito.

PROTAGONISTA
La protagonista è Sarah, una ragazza di sedici anni di aspetto molto gradevole; ella ha sempre vissuto in un quartiere conservatore di Gerusalemme, nella casa dei nonni. Poi suo padre le annuncia il loro trasferimento in collina. Ne è molto felice, poiché ama fare passeggiate con il suo cane, Morgan. In seguito si innamora di Ahmad, ragazzo palestinese pronto a tutto per lei.

ANTAGONISTA
L’antagonista è Jaffar, un coetaneo di Ahmad. Egli ha una barbetta rasa, un naso affilato, il viso “sfondato dall’acne”, e gli occhi di due colori diversi: uno verde e l’altro giallo, come quello dei gatti. Jaffar nutre un immenso amore per il suo popolo che lo porta contro coloro che non ne fanno parte, compresa Sarah. Diventa un “martire”  e si fa esplodere in un bar, ove muore anche Amit, migliore amica di Sarah.

ALTRI PERSONAGGI

- Ahmad, coetaneo palestinese che si innamora subito della protagonista. Egli in testa porta sempre un berretto giallo da baseball al contrario. Ha la pelle ambrata e un neo sulla guancia destra. Sua madre lo ha educato al rispetto degli altri. Quando sente le grida di Sarah, corre a difenderla; non se ne pente, anche se sa che Jaffar gliela farà pagare.

- Morgan, il cane di Sarah. Ha il pelo folto e bianco, ama fare passeggiate nei campi. Mentre insegue una farfalla dai colori stupendi si ritrova oltre il confine, dove Jaffar ed alcuni amici lo feriscono. La sua padroncina si mette spesso nei guai, e viene sempre salvata dal suo cane.

-Ismail, migliore amico di Ahmad. Fa il meccanico. Non è d’accordo con le decisioni dall’amico, ma lo aiuta e porta a Sarah una lettera mentre Ahmad è in ospedale.

- Amit, amica di Sarah.
- Ruth e Shlomo Hass, genitori di Sarah.-  padre di Sarah.
- Um Rahim e Abu Rahim, genitori di Ahmad. 
- Abraham, fratellino di Sarah.
- Alon, soldato palestinese affascinato da Sarah.

NARRATORE
Il narratore è onnisciente, esterno alla vicenda e assolutamente oggettivo.

TEMI
- l’amore
- il conflitto tra i Palestinesi e Israeliani.

CONSIDERAZIONI
Ogni pagina di questo libro ha suscitato in me emozioni forti e diverse tra loro. Ne consiglio la lettura senza esitazioni.

Alaia Valentina

classe I sez. L